martedì 3 marzo 2015

Icaro, una invasione d'arte in città


Il progetto si chiama Icaro ma non ha le ali di cera. Perchè I.c.a.ro è, in questo caso, l'acronimo di Impulsi Creativi Artistici Rovigo e nasce dal fatto che Rovigo ha delle peculiarità interessanti dal punto di vista dell'edilizia ma ci sono luoghi che vengono dimenticati o comunque trascurati, quindi questo progetto che ha come capofila l'Arci di Rovigo ed è stato finanziato dalla Fonazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo tramite il Bando Culturalmente, ha come finalità ed obiettivo quello di attirare l'attenzione su questi luoghi che solitamente passano inosservati dai cittadini.
Per illustrare il progetto sono stati ospiti in radio l'ideatrice e curatrice dell'iniziativa Melania Ruggini e Piero Callegarin, presidente di Arci Rovigo. Dice Melania:« Con questo progetto abbiamo cercato  di avviare delle azioni proprio in città con l'aiuto dagli artisti».
Afferma invece Callegarin: «Questo progetto va a colmare una lacuna nelle attività dell'Arci perchè Rovigo ha molte attività ma l'area dell'arte contemporanea era trascurata. Quando Melania mi ha proposto questo progetto ho deciso subito di partecipare. Avevamo già partecipato al bando Culturalmente vincendolo con il progetto "Paesaggio Dimenticato", lo scorso anno invece non era andato a buon fine. Quest'anno siamo tornati a vincere i progetti approvati in provincia di Rovigo sono stati in tutto quattro sui 26 approvati. Questo aspetto denota sicuramente una carenza di progettualità. Sarebbe importante sfruttare la generosità della Fondazione Cariparo per fare lavorare i giovani artisti».
Ecco dunque Icaro che partirà con la prima tappa venerdì 6 marzo con la presentazione degli artisti all'Archivio di Stato, alle ore 11.30 e ci sarà la mostra di Chiara Guidotto, pittrice, che si chiama "Living Here". Nell'occasione l'artista farà una performance e quindi mostrerà al pubblico come si realizza una tela. Il secondo appuntamento è il previsto per il 13 marzo  e interesserà i portici di Piazza Vittorio Emanuele II e iVia Angeli, protagonisti saranno due artisti fotografi, Dennis Ziliotto di Monselice e Alexa Sganzerla che è di Bologna. Loro avranno il compito di convertire questi luoghi in un salotto esponendo le loro opere. Un altro spazio che sarà interessato da Icaro sarà l'ex biglietteria in piazzale Di Vittorio dove verrà realizzato un murales da parte di Peeta un artista che si dedica alla Street Art e che realizza murales in 3D e sono quasi delle strutture spaziali. Inoltre presso la porta Augustina di Rovigo ci sarà un intervento con delle sculture che sembrano dei pupazzi di gomma piuma e lì interverrà Isabella Paris. (artista che lavora nella galleria di Gaia Lionello, la galleria "Casa della Renna di Mestre). A giugno ci sarà un esperimento con l'artista Caterina Vallini che al giardino delle Torri realizzerà un tappeto. Questo intervento sarà realizzato con l'Arci United, un gruppo di ragazze marocchine. Questa realizzazione artistica avrà anche una funzione sociale che è quella integrativa e che sta a cuore all'Arci. Tutto il calendario delle iniziative sarà disponibile sul sito: www.ica.ro.it

Ascolta la puntata

Nessun commento:

Posta un commento

martedì 3 marzo 2015

Icaro, una invasione d'arte in città


Il progetto si chiama Icaro ma non ha le ali di cera. Perchè I.c.a.ro è, in questo caso, l'acronimo di Impulsi Creativi Artistici Rovigo e nasce dal fatto che Rovigo ha delle peculiarità interessanti dal punto di vista dell'edilizia ma ci sono luoghi che vengono dimenticati o comunque trascurati, quindi questo progetto che ha come capofila l'Arci di Rovigo ed è stato finanziato dalla Fonazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo tramite il Bando Culturalmente, ha come finalità ed obiettivo quello di attirare l'attenzione su questi luoghi che solitamente passano inosservati dai cittadini.
Per illustrare il progetto sono stati ospiti in radio l'ideatrice e curatrice dell'iniziativa Melania Ruggini e Piero Callegarin, presidente di Arci Rovigo. Dice Melania:« Con questo progetto abbiamo cercato  di avviare delle azioni proprio in città con l'aiuto dagli artisti».
Afferma invece Callegarin: «Questo progetto va a colmare una lacuna nelle attività dell'Arci perchè Rovigo ha molte attività ma l'area dell'arte contemporanea era trascurata. Quando Melania mi ha proposto questo progetto ho deciso subito di partecipare. Avevamo già partecipato al bando Culturalmente vincendolo con il progetto "Paesaggio Dimenticato", lo scorso anno invece non era andato a buon fine. Quest'anno siamo tornati a vincere i progetti approvati in provincia di Rovigo sono stati in tutto quattro sui 26 approvati. Questo aspetto denota sicuramente una carenza di progettualità. Sarebbe importante sfruttare la generosità della Fondazione Cariparo per fare lavorare i giovani artisti».
Ecco dunque Icaro che partirà con la prima tappa venerdì 6 marzo con la presentazione degli artisti all'Archivio di Stato, alle ore 11.30 e ci sarà la mostra di Chiara Guidotto, pittrice, che si chiama "Living Here". Nell'occasione l'artista farà una performance e quindi mostrerà al pubblico come si realizza una tela. Il secondo appuntamento è il previsto per il 13 marzo  e interesserà i portici di Piazza Vittorio Emanuele II e iVia Angeli, protagonisti saranno due artisti fotografi, Dennis Ziliotto di Monselice e Alexa Sganzerla che è di Bologna. Loro avranno il compito di convertire questi luoghi in un salotto esponendo le loro opere. Un altro spazio che sarà interessato da Icaro sarà l'ex biglietteria in piazzale Di Vittorio dove verrà realizzato un murales da parte di Peeta un artista che si dedica alla Street Art e che realizza murales in 3D e sono quasi delle strutture spaziali. Inoltre presso la porta Augustina di Rovigo ci sarà un intervento con delle sculture che sembrano dei pupazzi di gomma piuma e lì interverrà Isabella Paris. (artista che lavora nella galleria di Gaia Lionello, la galleria "Casa della Renna di Mestre). A giugno ci sarà un esperimento con l'artista Caterina Vallini che al giardino delle Torri realizzerà un tappeto. Questo intervento sarà realizzato con l'Arci United, un gruppo di ragazze marocchine. Questa realizzazione artistica avrà anche una funzione sociale che è quella integrativa e che sta a cuore all'Arci. Tutto il calendario delle iniziative sarà disponibile sul sito: www.ica.ro.it

Ascolta la puntata

Nessun commento:

Posta un commento