lunedì 10 aprile 2017

Un importante convegno su "Bullismo e Cyberbullismo"

"Cyberbullismo e Bullismo, no grazie!, Riprendiamoci la vita" è il titolo del convegno che presentiamo durante la puntata di Speciale Ponte Radio in onda queste settimana. Si tratta di un evento dedicato in particolar modo ai genitori e che si terrà venerdì 21 aprile dalle 20.45 presso il Caffè Grande di Lendinara. E' promosso da due associazioni, vale a dire l'Associazione Polesani nel mondo e l'Associazione Liberamente Insieme. Relatori della serata saranno lo psicologo e psicoterapeuta Paolo Ballaben, il Maggiore Salvatore Giubilisco,
comandante della stazione dei Carabinieri di Rovigo, Rita Sofia Tiengo, Avvocato Penalista. Moderatore della serata sarà la giornalsita del Resto del Carlino, Clara Grossi. Ci saranno poi il presidente dell'Associazione Polesani nel mondo, Fabrizio Pavan che introdurrà gli ospiti ed il presidente dell'Associazione Liberamente Insieme Antonio Schiro. I presidenti delle due associazioni sono ospiti della puntata di Ponte Radio assieme al dottor Paolo Ballaben e a Gabriella Furegato, vicepresidente dell'associazione. «Perchè si possa parlare di bullismo - ha affermato  Ballaben - devono devono verificarsi alcuni presupposti: ci deve essere una prevaricazione da parte di un ragazzo nei confronti di un altro considerato la vittima. Ci devono essere delle azioni ripetute nel tempo. Vittima e bullo devono essere sempre gli stessi. Ed inoltre ci deve essere un pubblico che può essere complice attivo oppure ignorare quanto accade, diventando a sua volta complice passivo dell'atto di bullismo. Se da un lato i media in questo ultimo periodo hanno portato in risalto il fenomeno che ha avuto conseguenze anche tragiche, dall'altro si tende come un cassettone dove mettere dentro tante altre forme di comportamento all'interno del gruppo. Oggi si parla di cyberbullismo perchè con i nuovi social media la vittima non può più rinchiudere l'episodio in un solo contesto particolare l'accaduto ma gli episodi vengono diffuso e raggiungono una platea molto più vasta che può essere provinciale, regionale o nazionale e pertanto la sua identità viene minata nella fondamenta». La serata sarà dunque una occasione utile per chiarire tanti aspetti legati a questo grave fenomeno dei giorni nostri.

Ascolta la puntata


Questa la locandina dell'evento:


Nessun commento:

Posta un commento

lunedì 10 aprile 2017

Un importante convegno su "Bullismo e Cyberbullismo"

"Cyberbullismo e Bullismo, no grazie!, Riprendiamoci la vita" è il titolo del convegno che presentiamo durante la puntata di Speciale Ponte Radio in onda queste settimana. Si tratta di un evento dedicato in particolar modo ai genitori e che si terrà venerdì 21 aprile dalle 20.45 presso il Caffè Grande di Lendinara. E' promosso da due associazioni, vale a dire l'Associazione Polesani nel mondo e l'Associazione Liberamente Insieme. Relatori della serata saranno lo psicologo e psicoterapeuta Paolo Ballaben, il Maggiore Salvatore Giubilisco,
comandante della stazione dei Carabinieri di Rovigo, Rita Sofia Tiengo, Avvocato Penalista. Moderatore della serata sarà la giornalsita del Resto del Carlino, Clara Grossi. Ci saranno poi il presidente dell'Associazione Polesani nel mondo, Fabrizio Pavan che introdurrà gli ospiti ed il presidente dell'Associazione Liberamente Insieme Antonio Schiro. I presidenti delle due associazioni sono ospiti della puntata di Ponte Radio assieme al dottor Paolo Ballaben e a Gabriella Furegato, vicepresidente dell'associazione. «Perchè si possa parlare di bullismo - ha affermato  Ballaben - devono devono verificarsi alcuni presupposti: ci deve essere una prevaricazione da parte di un ragazzo nei confronti di un altro considerato la vittima. Ci devono essere delle azioni ripetute nel tempo. Vittima e bullo devono essere sempre gli stessi. Ed inoltre ci deve essere un pubblico che può essere complice attivo oppure ignorare quanto accade, diventando a sua volta complice passivo dell'atto di bullismo. Se da un lato i media in questo ultimo periodo hanno portato in risalto il fenomeno che ha avuto conseguenze anche tragiche, dall'altro si tende come un cassettone dove mettere dentro tante altre forme di comportamento all'interno del gruppo. Oggi si parla di cyberbullismo perchè con i nuovi social media la vittima non può più rinchiudere l'episodio in un solo contesto particolare l'accaduto ma gli episodi vengono diffuso e raggiungono una platea molto più vasta che può essere provinciale, regionale o nazionale e pertanto la sua identità viene minata nella fondamenta». La serata sarà dunque una occasione utile per chiarire tanti aspetti legati a questo grave fenomeno dei giorni nostri.

Ascolta la puntata


Questa la locandina dell'evento:


Nessun commento:

Posta un commento