venerdì 15 luglio 2016

L'Associazione Olga accoglie i bambini di Chernobyl


Tra le attività di volontariato tipiche del periodo estivo, l’animazione con bambini è in cima alla lista. E proprio l’estate è il periodo in cui l’associazione Olga accoglie e fa divertire per un mese un gruppo di bambini della Bielorussia, paese che ancora oggi soffre le conseguenze del disastro nucleare di Chernobyl.
Le chiamano “vacanze terapeutiche”: un mese in Italia per un bambino bielorusso è un’opportunità preziosa per disintossicarsi dagli effetti delle radiazioni e guadagnare una maggiore aspettativa di vita. Ad accoglierli e organizzare la loro vacanza, pensano i volontari dell’associazione Olga.
Nella nuova puntata di Radio Volontariato, condotta da Francesco Casoni, abbiamo ospiti due di loro, Andrea e Martina. Racconta il primo: “Mi sono avvicinato all’associazione tre anni fa, insegnando ai bambini il ballo hip hop. Quest’anno i piccoli ospiti arrivano a metà luglio e si fermeranno fino alla metà di agosto”.

Martina ha iniziato l’anno scorso, convinta da un’amica. “All’inizio incontri le difficoltà legate alla diversa lingua e cultura, ma poi si entra presto in sintonia ed è un’esperienza che restituisce molto dal punto di vista delle emozioni”. Martina ha curato un libro con una decina di racconti: “Sono storie rielaborate a partire da racconti veri di bambini. Gli originali erano troppo crudi, così abbiamo voluto trasformarle in favole, per cercare di parlare di Chernobyl ai bambini”.

Ascolta la puntata 







Nessun commento:

Posta un commento

venerdì 15 luglio 2016

L'Associazione Olga accoglie i bambini di Chernobyl


Tra le attività di volontariato tipiche del periodo estivo, l’animazione con bambini è in cima alla lista. E proprio l’estate è il periodo in cui l’associazione Olga accoglie e fa divertire per un mese un gruppo di bambini della Bielorussia, paese che ancora oggi soffre le conseguenze del disastro nucleare di Chernobyl.
Le chiamano “vacanze terapeutiche”: un mese in Italia per un bambino bielorusso è un’opportunità preziosa per disintossicarsi dagli effetti delle radiazioni e guadagnare una maggiore aspettativa di vita. Ad accoglierli e organizzare la loro vacanza, pensano i volontari dell’associazione Olga.
Nella nuova puntata di Radio Volontariato, condotta da Francesco Casoni, abbiamo ospiti due di loro, Andrea e Martina. Racconta il primo: “Mi sono avvicinato all’associazione tre anni fa, insegnando ai bambini il ballo hip hop. Quest’anno i piccoli ospiti arrivano a metà luglio e si fermeranno fino alla metà di agosto”.

Martina ha iniziato l’anno scorso, convinta da un’amica. “All’inizio incontri le difficoltà legate alla diversa lingua e cultura, ma poi si entra presto in sintonia ed è un’esperienza che restituisce molto dal punto di vista delle emozioni”. Martina ha curato un libro con una decina di racconti: “Sono storie rielaborate a partire da racconti veri di bambini. Gli originali erano troppo crudi, così abbiamo voluto trasformarle in favole, per cercare di parlare di Chernobyl ai bambini”.

Ascolta la puntata 







Nessun commento:

Posta un commento