mercoledì 27 luglio 2016

La mappa della città fatta dai giovani


Arrivano le mappe della città fatte dai giovani per i giovani. Ce ne parla Elena Brigo, presidente dell'Associazione Leonardo Da Vinci capofila del progetto che è stato finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell'ambito del progetto Culturalmente.Elena ci ha parlato anzitutto della associazione: «E’ nata nei primi anni 2000 per volontà di un gruppo di universitari che erano appassionati soprattutto di sport e di musica e che cercavano di promuovere eventi ed attività. Per questo c’era la necessità di costituirsi come associazione dotatata di personalità giuridica. In questi anni abbiamo gestito due sportelli immigrati a Trecenta e a Pettorazza, poi abbiamo organizzato una mostra dedicata a Guarschi in Pescheria Nuova a Rovigo ed inoltre abbiamo collaborato con associazioni come il Banco Alimentare ed il Polesani nel Mondo». «Eco Rovigo, mappe di giovani per i giovani è nato con l’idea - ha spiegato Elena - di definire dei percorsi per un’attivazione culturale più partecipata da parte di quei giovani che vivono la città, chi meglio di loro può raccontarla? Sono loro che perdono gli autobus che la percorrono in bicicletta, che si fermano sulle panchine a prendere il gelato. Chi meglio di loro può dirci quali sono i punti interessanti della nostra città che meritano di essere visti e vissuti? Un aspetto originale è sicuramente l’aspetto della sostenibilità. Questo è frutto di un incontro dei ragazzi che hanno realizzato la mappa, con un esperto di turismo sostenibile. Sono mappe che non hanno valore commerciale, per cui i giovani hanno potuto lavorare in maniera libera, autonoma. Ed ancora, queste mappe fanno parte della rete europea Usit Europe e di conseguenza, circa 10-15.000 copie saranno stampate in lingua inglese. Questa associazione detta delle linee guida per la realizzazione di queste mappe. Sono realizzate infatti con una carta ecologica certificata FSC. Per adesso è stata realizzata la mappa di Padova ma prossimamente sarà realizzata anche la mappa di Rovigo. I ragazzi che hanno realizzato la mappa hanno partecipato ad un laboratorio di scrittura crativa. Il progetto è partito a fine marzo si è concluso a giugno. Adesso a settembre ci sarà un evento apposito durante il quale sarà presentata e distribuita la mappa di Rovigo.  
Ascolta la puntata






Nessun commento:

Posta un commento

mercoledì 27 luglio 2016

La mappa della città fatta dai giovani


Arrivano le mappe della città fatte dai giovani per i giovani. Ce ne parla Elena Brigo, presidente dell'Associazione Leonardo Da Vinci capofila del progetto che è stato finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell'ambito del progetto Culturalmente.Elena ci ha parlato anzitutto della associazione: «E’ nata nei primi anni 2000 per volontà di un gruppo di universitari che erano appassionati soprattutto di sport e di musica e che cercavano di promuovere eventi ed attività. Per questo c’era la necessità di costituirsi come associazione dotatata di personalità giuridica. In questi anni abbiamo gestito due sportelli immigrati a Trecenta e a Pettorazza, poi abbiamo organizzato una mostra dedicata a Guarschi in Pescheria Nuova a Rovigo ed inoltre abbiamo collaborato con associazioni come il Banco Alimentare ed il Polesani nel Mondo». «Eco Rovigo, mappe di giovani per i giovani è nato con l’idea - ha spiegato Elena - di definire dei percorsi per un’attivazione culturale più partecipata da parte di quei giovani che vivono la città, chi meglio di loro può raccontarla? Sono loro che perdono gli autobus che la percorrono in bicicletta, che si fermano sulle panchine a prendere il gelato. Chi meglio di loro può dirci quali sono i punti interessanti della nostra città che meritano di essere visti e vissuti? Un aspetto originale è sicuramente l’aspetto della sostenibilità. Questo è frutto di un incontro dei ragazzi che hanno realizzato la mappa, con un esperto di turismo sostenibile. Sono mappe che non hanno valore commerciale, per cui i giovani hanno potuto lavorare in maniera libera, autonoma. Ed ancora, queste mappe fanno parte della rete europea Usit Europe e di conseguenza, circa 10-15.000 copie saranno stampate in lingua inglese. Questa associazione detta delle linee guida per la realizzazione di queste mappe. Sono realizzate infatti con una carta ecologica certificata FSC. Per adesso è stata realizzata la mappa di Padova ma prossimamente sarà realizzata anche la mappa di Rovigo. I ragazzi che hanno realizzato la mappa hanno partecipato ad un laboratorio di scrittura crativa. Il progetto è partito a fine marzo si è concluso a giugno. Adesso a settembre ci sarà un evento apposito durante il quale sarà presentata e distribuita la mappa di Rovigo.  
Ascolta la puntata






Nessun commento:

Posta un commento