sabato 20 gennaio 2018

Intolleranti all'intolleranza. Convention per i 30 anni del Centro Francescano di Ascolto

Festeggia quest’anno il 30esimo anniversario dalla fondazione il Centro Francescano di Ascolto. E come tutti gli anni lo farà con la convention in programma domenica 28 gennaio a partire dalle ore 8.30 al Centro Don Bosco di Rovigo. Abbiamo avuto la possibilità di presentare l’appuntamento a Radio Kolbe nella rubrica Ponte Radio, ospitando il presidente e fondatore del Centro Francescano Livio Ferrari. «Sono già passati 30 anni da quella sera di ottobre quando abbiamo deciso di fondare il Centro di Ascolto – ha detto Ferrari – assieme ad
un compagno di viaggio che è stato Don Luigi Ciotti. Questo significa anche che sono invecchiato». «Il titolo del convegno – ha proseguito Ferrari è “Nuntereggae più. Sono intollerante all’intolleranza”. Un titolo che richiama una vecchia canzone di Rino Gaetano che se uno la ascolta, si accorge di quanto sia attuale ancora oggi. E’ un titolo che vuole anche essere un modo per dire: apriamo gli occhi di fronte alla realtà, tiriamo fuori i valori dell’esistenza e della pacifica convivenza sociale, riprendiamoci la giusta serenità dell’esistere. Stiamo vivendo un periodo storico segnato pesantemente dalla miseria, lo sfruttamento, la guerra di tutti contro tutti, la devastazione dell’ambiente. Troppi processi di violenza stanno mettendo una pesante ipoteca sulla vita delle future generazioni, quando invece ogni essere umano dovrebbe avere la possibilità di determinare il proprio destino. Invece non siamo liberi, né come singoli né come collettività, di incidere nel nostro futuro. Il potere è nelle mani di pochi: banche, multinazionali, manager, criminalità organizzata, che con il denaro controllano la politica e le istituzioni. Basta pensare a come i tanti esseri umani privi di una professionalità in ambito lavorativo stiano vivendo una emarginazione e una separazione dalla società dilaniante, quando invece tutti dovrebbero essere messi nella condizione di contribuire al benessere della collettività con il lavoro, ognuno secondo le sue capacità e i suoi bisogni». Interverranno al convegno padre Guido Bertagna, sacerdote gesuita, biblista, che da anni si impegna per far rincontrare da una parte le vittime e dall’altra coloro che si sono resi responsabili di fatti di sangue. Dal 2002 al 2009 è stato direttore del Centro Culturale San Fedele di Milano dove si è occupato in particolare di cinema, incontri e conferenze. Parallelamente allo studio e alla riflessione sul cinema. Ha pubblicato: "Il volto di Gesù nel cinema"; Attilio Galimberti, attualmente nel Consiglio di presidenza internazionale Ofs e componente della Commissione Interfrancescana Giustizia e Pace e Rosa Galimberti, già presidente nazionale dell’Ordine Francescano Secolare (Ofs).

Ascolta la puntata


Questa la locandina con il programma dell'incontro:



Nessun commento:

Posta un commento

sabato 20 gennaio 2018

Intolleranti all'intolleranza. Convention per i 30 anni del Centro Francescano di Ascolto

Festeggia quest’anno il 30esimo anniversario dalla fondazione il Centro Francescano di Ascolto. E come tutti gli anni lo farà con la convention in programma domenica 28 gennaio a partire dalle ore 8.30 al Centro Don Bosco di Rovigo. Abbiamo avuto la possibilità di presentare l’appuntamento a Radio Kolbe nella rubrica Ponte Radio, ospitando il presidente e fondatore del Centro Francescano Livio Ferrari. «Sono già passati 30 anni da quella sera di ottobre quando abbiamo deciso di fondare il Centro di Ascolto – ha detto Ferrari – assieme ad
un compagno di viaggio che è stato Don Luigi Ciotti. Questo significa anche che sono invecchiato». «Il titolo del convegno – ha proseguito Ferrari è “Nuntereggae più. Sono intollerante all’intolleranza”. Un titolo che richiama una vecchia canzone di Rino Gaetano che se uno la ascolta, si accorge di quanto sia attuale ancora oggi. E’ un titolo che vuole anche essere un modo per dire: apriamo gli occhi di fronte alla realtà, tiriamo fuori i valori dell’esistenza e della pacifica convivenza sociale, riprendiamoci la giusta serenità dell’esistere. Stiamo vivendo un periodo storico segnato pesantemente dalla miseria, lo sfruttamento, la guerra di tutti contro tutti, la devastazione dell’ambiente. Troppi processi di violenza stanno mettendo una pesante ipoteca sulla vita delle future generazioni, quando invece ogni essere umano dovrebbe avere la possibilità di determinare il proprio destino. Invece non siamo liberi, né come singoli né come collettività, di incidere nel nostro futuro. Il potere è nelle mani di pochi: banche, multinazionali, manager, criminalità organizzata, che con il denaro controllano la politica e le istituzioni. Basta pensare a come i tanti esseri umani privi di una professionalità in ambito lavorativo stiano vivendo una emarginazione e una separazione dalla società dilaniante, quando invece tutti dovrebbero essere messi nella condizione di contribuire al benessere della collettività con il lavoro, ognuno secondo le sue capacità e i suoi bisogni». Interverranno al convegno padre Guido Bertagna, sacerdote gesuita, biblista, che da anni si impegna per far rincontrare da una parte le vittime e dall’altra coloro che si sono resi responsabili di fatti di sangue. Dal 2002 al 2009 è stato direttore del Centro Culturale San Fedele di Milano dove si è occupato in particolare di cinema, incontri e conferenze. Parallelamente allo studio e alla riflessione sul cinema. Ha pubblicato: "Il volto di Gesù nel cinema"; Attilio Galimberti, attualmente nel Consiglio di presidenza internazionale Ofs e componente della Commissione Interfrancescana Giustizia e Pace e Rosa Galimberti, già presidente nazionale dell’Ordine Francescano Secolare (Ofs).

Ascolta la puntata


Questa la locandina con il programma dell'incontro:



Nessun commento:

Posta un commento