lunedì 26 maggio 2014

I 20 anni della Fionda di Davide





Compie 20 anni “La Fionda di Davide”, storica bottega del commercio equo e solidale di Rovigo. E’ l’occasione per fare il punto su questa interessante esperienza locale e più in generale sulla diffusione di modelli di consumo più etici. Nella seconda puntata di maggio, Radio Volontariato accoglie Francesca e Tonina, la prima operatrice, la seconda volontari della “Fionda”. Da un piccolo spazio in via don Minzoni, la bottega è cresciuta negli anni, fino al trasferimento negli spazi più ampi di via della Tecnica, che consentono anche l’organizzazione di incontri ed eventi. “Non è solo un negozo – spiega Francesca – ma un luogo in cui confrontarsi, affrontare tematiche legate alla nostra associazione, scambiare opinioni con i clienti”. Alla Fionda è possibile trovare caffè, cioccolato, spezie e altri prodotti alimentari provenienti dal Sud del mondo, ma anche artigianato, abbigliamento, cosmetici, libri e molto altro. Lo spirito del commercio equo e solidale, spiega Francesca, è garantire a chi produce il giusto prezzo, rifiutando lo sfruttamento delle persone, rispettando l’ambiente e le comunità, creando progetti di solidarietà. “In alcune occasioni, incontriamo i produttori che realizzano ciò che vendiamo. – racconta Tonina – E’ emozionante ascoltare la loro testimonianza ed essere parte di un progetto locale che ha legami con comunità in luoghi lontani del mondo”. Non si acquista un prodotto del commercio equo e solidale per pietà, ma per sostenere un progetto concreto di economia alternativa. Alla “Fionda” si trovano anche prodotti di Libera, realizzati sui terreni confiscati alle mafie, le opere del laboratorio di ceramica di Pianeta Handicap e altri prodotti realizzati nell’ambito di progetti di solidarietà, di reinserimento sociale e lavorativo.










Nessun commento:

Posta un commento

lunedì 26 maggio 2014

I 20 anni della Fionda di Davide





Compie 20 anni “La Fionda di Davide”, storica bottega del commercio equo e solidale di Rovigo. E’ l’occasione per fare il punto su questa interessante esperienza locale e più in generale sulla diffusione di modelli di consumo più etici. Nella seconda puntata di maggio, Radio Volontariato accoglie Francesca e Tonina, la prima operatrice, la seconda volontari della “Fionda”. Da un piccolo spazio in via don Minzoni, la bottega è cresciuta negli anni, fino al trasferimento negli spazi più ampi di via della Tecnica, che consentono anche l’organizzazione di incontri ed eventi. “Non è solo un negozo – spiega Francesca – ma un luogo in cui confrontarsi, affrontare tematiche legate alla nostra associazione, scambiare opinioni con i clienti”. Alla Fionda è possibile trovare caffè, cioccolato, spezie e altri prodotti alimentari provenienti dal Sud del mondo, ma anche artigianato, abbigliamento, cosmetici, libri e molto altro. Lo spirito del commercio equo e solidale, spiega Francesca, è garantire a chi produce il giusto prezzo, rifiutando lo sfruttamento delle persone, rispettando l’ambiente e le comunità, creando progetti di solidarietà. “In alcune occasioni, incontriamo i produttori che realizzano ciò che vendiamo. – racconta Tonina – E’ emozionante ascoltare la loro testimonianza ed essere parte di un progetto locale che ha legami con comunità in luoghi lontani del mondo”. Non si acquista un prodotto del commercio equo e solidale per pietà, ma per sostenere un progetto concreto di economia alternativa. Alla “Fionda” si trovano anche prodotti di Libera, realizzati sui terreni confiscati alle mafie, le opere del laboratorio di ceramica di Pianeta Handicap e altri prodotti realizzati nell’ambito di progetti di solidarietà, di reinserimento sociale e lavorativo.










Nessun commento:

Posta un commento