venerdì 30 gennaio 2015

La vita di Rita con la bicicletta, Pantani e la salita



Puntata di Ponte Radio dedicata al ciclismo ma questa volta assieme a Christian non c'è Max Destro. Al suo posto invece Rita Simeoni, ciclista polesana, che difende i Colori di Velo Club Due Torri di Rovigo. «Ho sempre amato lo sport - racconta Rita -  ma è solo da pochi anni che corro in bici, tuttavia da quando mi sono avvicinata al ciclismo è diventata una grande passione».
L'incontro con lo sport a due ruote è arrivato dopo uno slalom fra altre discipline sportive: «Da piccola facevo ginnastica ritmica poi ha abbandonato lo sport per motivi di studio, quando potevo andavo a correre a piedi e frequentavo la palestra ma sentivo la mancanza di uno sport che fosse mio e a cui mi dedicassi completamente. Ho comprato una bici e mi sono trovata subito bene». Di questo sport ama particolarmente le gare in salita, tra le montagne. Una cosa questa che l'accomuna al grande Marco Pantani verso cui Rita ha una grande ammirazione. Durante la puntata, infatti, ha scelto alcune canzoni dedicate proprio al Pirata, interpretate da Antonello Venditti e dagli Stadio.
Rita quest'anno ha portato a termine  numerose Gran Fondo tra cui che fanno parte del circuito Acsi. Una delle sue gare preferite è la Gran Fondo Sportfull che parte da Feltre ed è anche quella che ha il dislivello più elevato tra le competizioni che si svolgono in Italia. L'edizione di quest'anno fra l'altro,  è stata caratterizzata da situazioni meteorologiche avverse. Alla fine dell'anno viene assegnato un premio in base alle gare disputate e al tempo impiegato. Un'altra gara dura che ha affrontato è stata la Gran Fondo Giordana che prevedeva come salite il Gavia, il Mortirolo ed il Santa Cristina, passi che si affrontano anche al Giro d'Italia. Rita durante l'intervista ha spiegato anche come avviene la preparazione per affrontare queste gare impegnative: «Ho seguito le indicazioni del mio preparatore atletico  Marcello Pavarin, che è stato un ciclista professionista. La palestra quotidiana è sui Colli Euganei».

Ascolta la puntata





Sopra alcune immagini dell'intervista di Rita a Radio Kolbe e sotto mentre affronta una salita



Nessun commento:

Posta un commento

venerdì 30 gennaio 2015

La vita di Rita con la bicicletta, Pantani e la salita



Puntata di Ponte Radio dedicata al ciclismo ma questa volta assieme a Christian non c'è Max Destro. Al suo posto invece Rita Simeoni, ciclista polesana, che difende i Colori di Velo Club Due Torri di Rovigo. «Ho sempre amato lo sport - racconta Rita -  ma è solo da pochi anni che corro in bici, tuttavia da quando mi sono avvicinata al ciclismo è diventata una grande passione».
L'incontro con lo sport a due ruote è arrivato dopo uno slalom fra altre discipline sportive: «Da piccola facevo ginnastica ritmica poi ha abbandonato lo sport per motivi di studio, quando potevo andavo a correre a piedi e frequentavo la palestra ma sentivo la mancanza di uno sport che fosse mio e a cui mi dedicassi completamente. Ho comprato una bici e mi sono trovata subito bene». Di questo sport ama particolarmente le gare in salita, tra le montagne. Una cosa questa che l'accomuna al grande Marco Pantani verso cui Rita ha una grande ammirazione. Durante la puntata, infatti, ha scelto alcune canzoni dedicate proprio al Pirata, interpretate da Antonello Venditti e dagli Stadio.
Rita quest'anno ha portato a termine  numerose Gran Fondo tra cui che fanno parte del circuito Acsi. Una delle sue gare preferite è la Gran Fondo Sportfull che parte da Feltre ed è anche quella che ha il dislivello più elevato tra le competizioni che si svolgono in Italia. L'edizione di quest'anno fra l'altro,  è stata caratterizzata da situazioni meteorologiche avverse. Alla fine dell'anno viene assegnato un premio in base alle gare disputate e al tempo impiegato. Un'altra gara dura che ha affrontato è stata la Gran Fondo Giordana che prevedeva come salite il Gavia, il Mortirolo ed il Santa Cristina, passi che si affrontano anche al Giro d'Italia. Rita durante l'intervista ha spiegato anche come avviene la preparazione per affrontare queste gare impegnative: «Ho seguito le indicazioni del mio preparatore atletico  Marcello Pavarin, che è stato un ciclista professionista. La palestra quotidiana è sui Colli Euganei».

Ascolta la puntata





Sopra alcune immagini dell'intervista di Rita a Radio Kolbe e sotto mentre affronta una salita



Nessun commento:

Posta un commento